08/02/2017

I dettagli della bottiglia di vino

I dettagli della bottiglia di vino

Anche se potrebbe sembrare una banalità, la tipologia di bottiglia ha molta influenza sul vino e sulla sua qualità. Difatti, la bottiglia non è solo un semplice contenitore ma funge anche da protettore durante la conservazione ed influenza il processo di maturazione ed invecchiamento. Generalmente in vetro, si sceglie questo materiale perché non altera il prodotto contenuto e non reagisce con alcol, fenoli e tannino. Se scelto in colorazione scura (verde o marrone) funge anche da protezione da luce e raggi UV, così il vino contenuto non subisce modifiche di colore. Le bottiglie di vetro per il vino, inoltre, sono in grado di sopportare temperature che vanno dai -15°C agli 80°C.

Le dimensioni della bottiglia

In generale, le bottiglie di vino hanno una capacità di 0,75 L., anche se un reale motivazione non c’è. Varie teorie associano questa dimensione alla capacità della forza polmonare degli antichi vetrai, che soffiavano il vetro per creare le bottiglie; altri invece associano questa dimensione alla possibilità di contenere 6 bicchieri da 125 ml, ossia la capacità di un bicchiere standard da osteria. Secondo alcuni, è grazie alla misurazione inglese in galloni: ogni cassa di vino poteva contenere solo 2 galloni di vino per un equivalente di 12 bottiglie da 0,75 L. Esistono comunque bottiglie di altre dimensioni e forme, da considerare formati speciali.

Il collo della bottiglia e tappo in sughero

Come possiamo constatare, il collo delle bottiglie per il vino è sempre stretto. Perché? Facile da rispondere: riduce al minimo il contatto tra liquido e aria! Il tappo in sughero, invece, consente di conservare correttamente il vino con un adeguato tasso di umidità, lasciando fuori l’aria anche se, alcune volte, è possibile incorrere nel dispiacevole sentore di tappo

La capsula

Non è così fondamentale per l’imbottigliamento ma rappresenta più che altro un decoro con la funzione di sigillo, con la capacità di proteggere da tigna e lepidottero. Inoltre, rallenta l’evaporazione dell’alcool in caso di invecchiamento prolungato.

L’etichetta

Non si può considerare un semplice elemento ornativo ma piuttosto un utile strumento informativo del contenuto. Deve esibire il nome del vitigno o del territorio, l’annata di produzione e la gradazione alcolometrica reale del vino, il nome dell’azienda ed la capacità della bottiglia. Sul retro, invece, sono contenute ulteriori informazioni importanti nonostante non abbia un vero valore ma è in grado di fornire dati interessanti (abbinamenti, note aromatiche, valori dei solfiti o altro).

<< indietro

Copyrights © - Via Bosco Satrano, 1 - Loc. Cerreto - 83020 San Michele di Serino (AV) Italia Reg. Imprese, C.F. e P. Iva: 02165990645 - REA di Avellino n. 140098
Capitale Sociale € 2.457.713,85 interamente versato Tel. +39 0825 595550 (+39 0825 595663) Fax +39 0825 595361 - Dir. e Coord. da BASSO INVEST S.R.L. P.Iva e C.F. 02525210643